Il Cuore di Capodistria

La collezione permanente Il Cuore di Capodistria si trova nelle sale espositive al secondo piano del palazzo Belgramoni-Tacco e ci presenta la storia della città fin dall'epoca romana. È progettata come per i turisti che vengono per la prima volta a Capodistria, come per tutti i cittadini. Una tema così ampia e varia si divide in due parti. Nella prima parte la storia di Capodistria si presenta attraverso il testo.  Si tratta degli oggetti archeologici che sono stati trovati durante gli recenti scavi nel centro storico e sonno ora presentati per la prima volta al pubblico.


La collezione ha una struttura modulare, che permette di essere ciclicamente cambiata. Il filo rosso è una panoramica cronologica dello sviluppo della città, e così ogni volta che la collezione viene aggiornata, può essere presentata da vari oggetti, storie e attività. Il sviluppo della città con il sviluppo del tessuto urbano e le fortificazioni è presentato con approcci multimediali innovativi. Parte integrante della mostra formano gli angoli educativi e un speciale quiz a premi. I visitatori sono invitati a contribuire alla collezione con storie personali, ricordi e la vista sulla vita a Capodistria ieri, oggi e domani.


All'allestimento della mostra hanno partecipato o contribuito in qualsiasi modo i seguenti esperti: mag. Radovan Cunja (PMK), Marko Bonin (PMK), Tina Novak Pucer (PMK), Edvilijo Gardina (PMK), dr. Luka Juri (PMK), Ivan Simčič (PMK), Leopold Čeh (PMK), dr. Salvator Žitko, Vlasta Beltram, Matej Župančič, dr. Verena Vidrih Perko (Gorenjski muzej Kranj); dr. Zrinka Mileusnić (Universita' del Litorale), dr. Mojca Kovač (ZVKDS OE Piran), Barbara Hofman (Okra s.p.), dr. Boris Kavur (UP), dr. Teja Krašovec (PAK), dr. Katja Hrobat Virloget (Universita' del Litorale), Neža Čebron Lipovec (Universita' del Litorale), dr. Samo Štefanac (UL), mag. Peter Štoka (OKSV Koper), Laura Chersicola (OKSV Koper), Luka Tul (Škofijski arhiv Koper), prof. Zaccaria, dr. Alessandra Argenti Tremul, Boštjan Viler (PMK), dr. Katharina Zanier (ZVKDS OE Piran), dr. Tatjana Bradara (AMI), Andrej Preložnik (UP), dr. Tina Milavec (UL), dr. Irena Lazar (UP), Primož Predan (PJP d.o.o.), Alberto Cernaz, dr. Matija Turk, Snježana Karinja (PMSM), mag. Matjaž Novšak (Arhej d.o.o.), dr. Tina Žerjal (Arhej d.o.o.), Jaka Bizjak (ZVKDS OE Piran), dr. Sašo Poglajen, dr. Robert Matijašić (Sveučilište Jurija Dobrile Pula), Barbara Nadbach (ZVKDS CPA), dr. Tomaž Fabec (ZVKDS CPA), Pavel Jamnik.

Gli autori della mostra: dr. Maša Sakara Sučević, Brigita Jenko, Noel Mirković e Tim Mavrič.

Gli oggetti vengono ripristinati da: Ajda Purger, Brigita Petek, Nada Šmid (Museo regionale di Celje).

Traduzione in italiano: Beatrice Villegas Cunja, Tim Mavrič; traduzione in inglese: Ensitra prevajanje s.p.

Progettazione del layout generale: Noel Mirković.


Museo regionale di Capodistria, nel 2017, il responsabile, dr. Luka Juri.


La mostra è stata resa possibile dalla Repubblica di Slovenia Ministero della Cultura, Comune di Capodistria, Comune di Isola, Unione Italiana - Italijanska unija – Talijanska unija. La mostra è in parte finanziata dall'Unione Europea e dal Comune di Capodistria, come parte del progetto di ricostruzione del Museo regionale di Capodistria - Palazzo Belgramoni-Tacco, Il Fondo europeo di sviluppo regionale "Investiamo nel vostro futuro" nel 2015.

 

Contatto

Indirizzo:
Via Kidrič 19, SI-6000 Capodistria, Slovenia

Orario del Palazzo:
Martedì - Venerdì: 9:00 - 16:00
Sabato, domenica e festivi: 10:00 - 14:00

Lunedì, primo gennaio, primo maggio, primo novembre e 25 dicembre chiuso.

Telefono:
T: +386.41.55.66.44
F: +386.5.66.33.571

Email:
info@PokrajinskiMuzejKoper.si